Torta Sacher . . . Vienna in un boccone

sacher2

Nel lontano 1832, a Vienna, dall’unione di cioccolato e confettura di albicocche nacque la famigerata torta Sacher, che prende il nome dall’omonimo inventore Franz Sacher, allora apprendista cuoco del ministro degli affari esteri austriaco. La torta bigusto, prevede di essere ricoperta da una ganasce al cioccolato fondente e accompagnata da panna montata. Anche se la ricetta non è molto semplice, prepararla sarà un gioco da ragazzi, seguendo le nostre indicazioni, dunque munitevi di:

  • 150 gr di cioccolato fondente al 60%
  • 120 gr di tuorli
  • 190 gr di albume
  • 120 gr di burro ammorbidito
  • 130 gr di farina
  • 45 gr di zucchero a velo
  • 180 gr di zucchero a velo
  • Sale fino q.b
  • 200 gr di confettura di albicocche

Per la ganasce:

  • 270 gr di cioccolato fondente al 60%
  • 250 gr di panna

Iniziate a sciogliere a bagnomaria i 150 gr di cioccolato. Da parte in una ciotola a bordi alti, aiutandovi da fruste elettriche mischiate burro ammorbidito, zucchero a velo e un pizzico di sale. Continuate a fare questo procedimento finché il composto non risulti cremoso. Aggiungete tuorli e continuate a montare per almeno altri 15 minuti. A questo punto prendete il cioccolato a bagno maria e assicuratevi che abbia una temperatura di 45°C e aggiungetelo al composto a cui state lavorando. In un’altra ciotola dai bordi alti, montate a neve gli albumi e aggiungete 180 gr di zucchero in due volte. Quando gli albumi saranno montati aggiungeteli al composto a cui avete lavorato in precedenza, e poi aggiungete la farina setacciata. Lasciate in forno a 170° per 35 minuti. Quando la torta avrà terminato la cottura e sarà abbastanza fredda, potrete tagliarla a metà e aggiungere la confettura di albicocche, per poi ricoprirla esternamente per intero. È consigliabile a questo punto lasciarla riposare in frigo mentre preparate la ganasce. Per quest’ultima aggiungete 250 ml di panna e aggiungere il cioccolato fondente al 60%, nel momento in cui si sfiora il bollore. Portare a 45°C e versate sulla torta. Ed ecco che in poco meno di qualche passaggio riuscirete a sentirvi a Vienna in un boccone. Per qualsiasi incomprensione o spiegazione non esitate a contattarci. Buon appetito!

Annunci

12 commenti Aggiungi il tuo

    1. Nerodiseppia ha detto:

      Un mix di sapori spettacolare!

      Mi piace

  1. La torta Sacher è favolosa! L’ultima volta l’ho preparata proprio la settimana scorsa. La mia ricetta è leggermente diversa, soprattutto la copertura. Prima o poi la pubblicherò sul mio blog! 🙂

    Mi piace

    1. Nerodiseppia ha detto:

      Ti aspettiamo con la tua ricetta in entrambi i casi saranno favolose emtrambe ❤

      Piace a 1 persona

      1. Per forza, tutto quel cioccolato è una garanzia! 😉

        Mi piace

      2. Nerodiseppia ha detto:

        Il cioccolato è una meraviglia golosa

        Piace a 1 persona

    2. Nerodiseppia ha detto:

      Saremo felici di leggere la sua ricetta e .. perchè no provare anche quella.

      Piace a 1 persona

      1. In realtà trovo che le ricette della base della Sacher siano tutte molto somiglianti. Ne ho lette e confrontate molte prima di sceglierne una, e di solito le differenze che constatavo erano minime. Il che mi è sembrato strano perché si solito i “grandi classici” subiscono mille interpretazioni, ad esempio la torta di rose o la torta margherita. L’avete notato?
        Quello che cambia molto invece, da ricetta a ricetta, è la copertura della Sacher! 🙂

        Piace a 1 persona

      2. Nerodiseppia ha detto:

        Si su questo ha ragione. E’ come se ognuno cercasse di fare la propria rivisitazione. Mettere un tocco personale nelle ricetta non è sbagliato, purchè non si perde il sapore e la caratteristica originale. Lei che ne pensa?

        Mi piace

      3. Penso che sia bello interpretare e variare a proprio gusto, ma prima conviene provare l’originale! 😉

        Piace a 1 persona

  2. lastufaeconomica ha detto:

    ciao Marika (e Silvio) grazie per essere passati da me, ma qui è alta cucina, tanto da imparare…..la Sacher, sarò monotona, ma non vedo l’ora di andare a Vienna e assaggiare come sia, la vostra? scusa sai, ma roba da leccare il computer….ciao, Marika (anch’io)

    Piace a 1 persona

    1. Nerodiseppia ha detto:

      Saremo lieti di fartela saggiare

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.